I Luoghi da Visitare nella Tuscia
La Tuscia... un mondo da scoprire
Cosa potrete visitare:
Lago di Bolsena
  • Il lago vulcanico più grande d’Europa attira ogni anno e in ogni stagione numerosi visitatori. In particolare durante la bella stagione è possibile praticarvi numerose attività sportive. Il clima e la posizione regalano scorci paesaggistici particolarmente affascinanti in ogni periodo dell’anno. Le lunghe spiagge che lo circondano offrono spazio per momenti di relax e divertimento. Il lago, navigabile, offre alla vista due spettacolari isole, Bisentina e Martana, risultato anch’esse come il lago stesso, del collasso calderico di alcuni vulcani appartenenti alla catena dei monti Volsini.
Viterbo
  • Viterbo “La città dei Papi” presenta un centro storico medioevale intatto dalla rara bellezza. Percorrendo le vie del centro si scorgono numerosi edifici di epoca medievale, mura e torri perfettamente conservate, le tante fontane e le belle piazze che adornano la città e in particolare il quartiere di S.Pellegrino. Da visitare è piazza S.Lorenzo dove si possono ammirare il Duomo, il famoso Palazzo Papale di stile gotico risalente al XIII secolo. Merita particolare attenzione la Loggia. Viterbo è famosa nel mondo per i festeggiamenti della patrona: ogni 3 settembre avviene il Trasporto della Macchina di S.Rosa, un campanile di oltre 30 metri portato a spalla da oltre 100 facchini tra l’ammirazione della folla che assiste al passaggio spettacolare. Dal 2013 la Macchina di S.Rosa è stata riconosciuta dall'Unesco patrimonio immateriale dell'umanità. Viterbo ospita anche delle antiche terme, citate addirittura da Dante Alighieri nella Divina Commedia. L’acqua della sorgente Bullicame raggiunge 58 C° di temperatura ed ha ottime qualità terapeutiche.

Bomarzo: Parco dei Mostri
  • Il singolare parco ha origini lontane, ma i monumenti più interessanti sono opera di Vicino Orsini, nato nel 1523, al ritorno dalle guerre fece realizzare sotto il castello questo spettacolare parco che ospita sculture fantasiose e grottesche, tanto da meritare poi il nome di “Parco dei Mostri”.

Bagniaia: Villa Lante
  • Bagnaia è nota ai turisti per la cinquecentesca Villa Lante, edificata su progetto attribuito al Vignola, con le sue due palazzine simmetriche, il giardino all’italiana ed il gioco fantasioso delle acque, costituisce una delle più significative creazioni del tardo Rinascimento italiano.
Caprarola: Palazzo Farnese
  • A Caprarola fu costruita la villa più rappresentativa del livello di ricchezza e di potenza della nobile famiglia dei Farnese da cui prende il nome il Palazzo Farnese di Caprarola. Dall’alto si può notare la forma a pentagono con cortile circolare al centro. Originariamente era circondato da un fossato. L'interno è suddiviso in zona estiva a ovest e zona invernale a est più illuminata per scaldare le stanze in modo naturale. Il doppio cortile merita una visita. Il Vignola fu autore anche degli affreschi della scala interna (la Scala Regia). Sopra il piano rialzato si trova il piano nobile dove sono collocate la camera da letto del cardinale, detta Camera dell’Aurora, e la camera delle celebrità, detta Stanza dei Fasti Farnesiani, con gli affreschi che riassumono la vita dei Farnese. Una delle stanze più rappresentative del palazzo è la Stanza delle Geografiche o del Mappamondo, la quale prende il nome dagli affreschi di Giovanni Antonio da Varese. Il quarto piano e quinto piano erano assegnati agli staffieri ed ai cavalieri.

Civita di Bagnoregio: la città che muore
  • Civita di Bagnoregio, che si affaccia sulla Valle dei Calanchi, è anche nota come “ Città che muore” a causa della progressiva erosione del colle su cui è costruita. Il borgo è raggiungibile solo attraverso un ponte rigorosamente percorribile a piedi. Nel tempo la popolazione ha quasi del tutto abbandonato il borgo, ormai abitato da poche decine di persone. Anche per questo visitare Civita fa entrare i turisti in una dimensione affascinante e quasi surreale.
Cosa Troverete?
Cordialità
Familiarità
Tranquillità
Gustosità
Genuinità
AGRITURISMO BISENZIO
Strada Provinciale Verentana 60 - 01010 Capodimonte (VT) - Telefono: 0761.87.23.65 - Cell: 328.87.49.703 - Cell: 329.17.56.008
P.IVA 01965050568